Germaine Greer e il femminismo radicale trans-exclusionary | Fin dalla prima volta che ho preso fra le mani questo libro, il “seme del disturbo” si è insinuato in me non appena ho realizzato che la Greer, riferendosi a una donna transessuale, usasse il pronome maschile he anziché quello femminile she.
“Sarà un errore di battitura”, mi son detta inizialmente. Poi però, un inequivocabile «trans do not behave like real women», (“le transessuali non si comportano come vere donne”, ndt), ha fugato ogni dubbio.
156 likes
  • bossyitalyGermaine Greer e il femminismo radicale trans-exclusionary | Fin dalla prima volta che ho preso fra le mani questo libro, il “seme del disturbo” si è insinuato in me non appena ho realizzato che la Greer, riferendosi a una donna transessuale, usasse il pronome maschile he anziché quello femminile she.
    “Sarà un errore di battitura”, mi son detta inizialmente. Poi però, un inequivocabile «trans do not behave like real women», (“le transessuali non si comportano come vere donne”, ndt), ha fugato ogni dubbio.

Log in to like or comment.