«Quando si legge Sartre a proposito della libertà, la de Beauvoir a proposito del sottile meccanismo di oppressione, Kierkegaard dell’angoscia, Camus della rivolta, Heidegger della tecnica e Merleau-Ponty delle scienze cognitive, si ha l’impressione, alle volte, di leggere le notizie dell’ultim’ora. Le loro filosofie restano di grande interesse, non perché siano giuste o sbagliate, ma perché riguardano la vita e perché si fanno carico delle due questioni umane più importanti: che cosa siamo? e che cosa dobbiamo fare?» «Al caffè degli esistenzialisti», #SarahBakewell.

#fazieditore
126 likes
  • fazieditore«Quando si legge Sartre a proposito della libertà, la de Beauvoir a proposito del sottile meccanismo di oppressione, Kierkegaard dell’angoscia, Camus della rivolta, Heidegger della tecnica e Merleau-Ponty delle scienze cognitive, si ha l’impressione, alle volte, di leggere le notizie dell’ultim’ora. Le loro filosofie restano di grande interesse, non perché siano giuste o sbagliate, ma perché riguardano la vita e perché si fanno carico delle due questioni umane più importanti: che cosa siamo? e che cosa dobbiamo fare?» «Al caffè degli esistenzialisti», #SarahBakewell.

    #fazieditore

  • bettimarIn lettura....molto, molto, bello nella forma soprattutto in cui la filosofia diventa dialogo 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻 @fazieditore
Log in to like or comment.